Paolo Benvegnù a Villa Del Bene [Lug 21]

Paolo Benvegnù a Villa Del Bene [Lug 21]

Marco Parente live a Villa Del Bene #RockInVilla

Prosegue con Paolo Benvegnù la stagione dei concerti aperti al pubblico a Villa Del Bene.

Dopo la rassegna dei concerti in live streaming, che ha visto alternarsi sul palco virtuale tra gli altri Paolo Vallesi, Omar Pedrini, Sasha Torrisi (voce dei Timoria), e tanti altri, #rockinvilla continua con il quinto appuntamento aperto al pubblico.

Ospite per la prima volta di Villa Del Bene sarà Paolo Benvegnù, cantautore fiorentino, di origini milanesi, tra i fondatori degli Scisma, gruppo di rock alternativo gardesano. On stage, oltre a lui, ci saranno anche altri artisti della scena musicale veronese.

L’apertura dei cancelli è prevista per le ore 19:00 ed è obbligatorio prenotarsi nel rispetto delle norme COVID-19.

Paolo Benvegnù

Nasce a Milano nel 1965. Inizia la propria carriera di cantante e autore con gli Scisma (1993-2003).
Dopo lo scioglimento degli Scisma, Benvegnù si trasferisce a Firenze, dove collabora con Marco Parente (con cui tiene diversi concerti e registra l’album “Trasparente”) e diventa anche uno dei quattro cantanti di “Presepe Vivente (cantante)”, spettacolo di e con David Riondino e Stefano Bollani.

Benvegnù costruisce un proprio studio di registrazione a Prato, e parallelamente a una carriera da solista inizia quella di produttore artistico.
Anticipato dal singolo “Suggestionabili”, nel 2004 esce il debutto da solista di Paolo Benvegnù, PICCOLI FRAGILISSIMI FILM.

In seguito l’eclettico artista inizia la sua curiosa “trilogia dei lavori umili” (tre spettacoli musical-teatrali – “Idraulici”, “Marinai”, “Camerieri” – presentati in luoghi insoliti), che si concluderà nel 2009. Nel frattempo partecipa all’album “Cime domestiche” (con Monica Demuru, Petra Magoni e Ares Tavolazzi, 2007) e prepara il secondo album in proprio, che, anticipato dall’EP “14-19” (quattro inediti più una cover, etichetta Artevox), esce all’inizio del 2008 col titolo LE LABBRA.

Alla fine del 2008 viene pubblicato “Proiettili buoni” (Black Candy Records), un album il cui progetto data all’inizio degli anni Novanta: con Benvegnù vi sono impegnati Marco Parente, Andrea Franchi e Gionni Dall’Orto.

Nel 2009 è l’ora dell’EP di cinque brani 500, mentre l’anno successivo tocca al primo disco dal vivo DISSOLUTION.Nel 2010 Mina sceglie il brano “Io e te” di Benvegnù e lo “coverizza” per il suo album “Caramella”. Nel febbraio del 2011 arriva il terzo album solista HERMANN, cui fa seguito nel 2014 EARTH HOTEL.

A distanza di tre anni esce H3+, quinto album in studio del cantautore.

Nel marzo del 2018 inizia la collaborazione con Nicholas Ciuferri, con il quale fonda il progetto I Racconti delle Nebbie che riscuote subito un successo di pubblico e critica. Il primo album omonimo del duo esce il primo marzo dell’anno seguente e vede la partecipazione di Nicola Cappelletti al violino ed elettronica, Alessio Avallone alle illustrazione, oltre che delle attrici Micol Pavoncello e Anna Bonaiuto.

Nell’autunno del 2019 il duo diventa ufficialmente un quartetto con l’ingresso di Nicola Cappelletti e Riccardo Tesio e nel 2020 esce l’album Dell’odio dell’innocenza, seguito nel 2021 dall’album Delle inutili premonizioni.

John Qualcosa a Villa Del Bene [Giu 21]

John Qualcosa a Villa Del Bene [Giu 21]

Marco Parente live a Villa Del Bene #RockInVilla

Prosegue con John Qualcosa, il progetto di AmbraMarie e Raffaele D’Abrusco, la stagione dei concerti aperti al pubblico a Villa Del Bene.

Dopo la rassegna dei concerti in live streaming, che ha visto alternarsi sul palco virtuale tra gli altri Paolo Vallesi, Omar Pedrini, Sasha Torrisi (voce dei Timoria), e tanti altri, #rockinvilla continua con il quarto appuntamento aperto al pubblico.

Tornano ospiti di Villa Del Bene, questa volta in un live aperto al pubblico, i John Qualcosa, progetto formato da AmbraMarie, cantante e conduttrice radiofonica, e il musicista e cantante Raffaele D’Abrusco. On stage, oltre al duo, ci saranno anche altri artisti della scena musicale veronese tra cui La Revancha.

Il live inizierà alle ore 19:00 ed è obbligatorio prenotarsi nel rispetto delle norme COVID-19.

John Qualcosa

I John Qualcosa sono un duo donna/uomo.
AmbraMarie lei, Raffaele D’Abrusco lui.

Si formano nel 2011, ma rimangono nella loro stanza per un po’.
Inizialmente il divertimento stava nello scrivere un pezzo, registrarlo con dei “mezzi di fortuna”, realizzare personalmente un videoclip e buttarlo in rete. Nient’altro, ma era già Qualcosa da cui partire.
Un low profile non voluto, ma dovuto, un po’ come quando cucini con quello che rimane nel frigo; però per loro il sapore era comunque buono, perchè “sapeva di casa”.

Parallelamente ai loro altri progetti musicali, durante gli anni continuano a rifugiarsi nei John Qualcosa, ogni volta aggiungendo qualche ingrediente in più fino ad arrivare alla decisione di racchiudere tutto nel loro primo disco “Sopravvivere agli amanti”.
Prima però bisognava uscire dalla stanza e vedere come si stava fuori: infatti nel 2018 i John Qualcosa fanno il loro primo tour, collezionando un po’ di date tra il nord e il centro Italia, fino ad arrivare sul palco del Collisioni Festival (Barolo) nell’agosto del 2019.

Il 15 aprile 2020 vedrà la pubblicazione del loro album d’esordio “Sopravvivere agli amanti”, il cui titolo è un omaggio a “Only lovers left alive” di Jim Jarmusch. L’album, totalmente prodotto dai John Qualcosa insieme alla collaborazione di Mattia Degli Agosti (Illegal Studios) e Alex Carnevali (Bounce Recording Studio), vanta la partecipazione di Filippo Cornaglia (Niccolò Fabi, Bianco, Andrea Laszlo De Simone) nelle batterie e percussioni.

AMBRAMARIE

AmbraMarie, classe 1987, inquieta e curiosa per indole.

Forma la sua prima e attuale band a 17 anni con Raffaele D’Abrusco (basso), Michele Vanelli (chitarra) e Mattia Degli Agosti (batteria), vivendo tra un furgone sgangherato e la sua amata mansarda, dove si rinchiude a macinare dischi e film, sdraiata con la pizza sul letto.

Ha partecipato come concorrente solista alla seconda edizione di X Factor e una volta uscita dal programma cerca di sfruttare la grande visibilità per far sì che la sua passione diventi anche un lavoro ed è così l’inizio di una grande gavetta su palcoscenici di tutta Italia.

Il 26 Novembre 2012 esce il primo disco “3anni2mesi7giorni”. Il disco è registrato ai Westlink Studio con il produttore artistico Alessandro Paolucci (Prozac+ , Vanilla Sky, Baustelle) e Steve Lyon (Depeche Mode, The Cure, Paul McCartney).

Nell’album è presente un featuring con l’amico Pino Scotto nel suo brano “Regina di Cuori”, riarrangiato per l’occasione dai musicisti di Pino.

Nel giugno 2009 con Piero Pelu’, Stefano Bollani e i Dago partecipa alla realizzazione del cofanetto “Nessuna Pietà” dove tutto il ricavato di questo progetto ” CD+Libro” e’ stato devoluto ad Emergency.

Nel 2012 presenta “Rock DJ”, una rubrica dedicata al mondo del rock, ad “Occupy Deejay” su DeejayTv.

Da maggio 2012 conduce con Raffaele D’Abrusco il programma radiofonico “Undici Piccoli Indiani” su www.radiocroda.com.

Nel 2016 conduce su Rock Tv “Italians Do It Better”, la trasmissione dedicata alla scoperta dei musicisti più interessanti del nostro Paese: ogni settimana un ospite diverso, tra cui Manuel Agnelli (Afterhours), Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Motta, Calcutta, Marta Sui Tubi, Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti e tanti altri.

Il 2 dicembre 2016 esce il secondo disco “Bruciava Tutto”, con la straordinaria partecipazione di Omar Pedrini in una traccia del disco.

Da luglio 2017 AmbraMarie diventa volto e voce di Radiofreccia conducendo il programma radiofonico “2 + 2 = AM”, tanto rock ‘n’ roll e curiosità sul mondo della musica, e attualmente il programma Electric Ladyland in diretta ogni sabato e domenica dalle 14 alle 16.

Il 2018 decide che è l’anno in cui il side-project John Qualcosa, nato con Raffaele D’Abrusco (polistrumentista con il quale suona da 14 anni,) deve smetterla di rimanere in un cassetto a prendere polvere. E il 15 aprile 2020 esce il primo album in studio del duo, Sopravvivere agli amanti, anticipato dal singolo omonimo. Il nome dell’album è ispirato al film Solo gli amanti sopravvivono di Jim Jarmusch.

Sanremo Rock a Villa Del Bene [Giu 2021]

Sanremo Rock a Villa Del Bene [Giu 2021]

Marco Parente live a Villa Del Bene #RockInVilla

Prosegue con Sanremo Rock la stagione dei concerti aperti al pubblico a Villa Del Bene.

Dopo la rassegna dei concerti in live streaming, che ha visto alternarsi sul palco virtuale tra gli altri Paolo Vallesi, Omar Pedrini, Sasha Torrisi (voce dei Timoria), John Qualcosa (l’ultimo progetto di AmbraMarie) e tanti altri, #rockinvilla continua con il terzo appuntamento aperto al pubblico.

Ospite di Villa Del Bene sarà Sanremo Rock con la 34° finale regionale, dal suo palco sono passati, ancora giovanissimi e sconosciuti, artisti come i Litfiba, Ligabue, i Tazenda, Laura Bono, i Bluvertigo, i Denovo, gli Avion Travel solo per citarne alcuni. On stage ci saranno anche Annarè e i Microwave.

Il live inizierà alle ore 19:00 ed è obbligatorio prenotarsi nel rispetto delle norme COVID-19.

Sanremo Rock 

Sanremo Rock è il festival contest più longevo a livello nazionale per artisti singoli, duo o gruppi italiani emergenti della scena rock, trend e tutte le possibili “declinazioni” trasversali ai generi.

Nato nel 1987 come “costola” del più famoso Festival della Canzone italiana, Sanremo Rock è un brand storico che ha portato al successo moltissimi Big di oggi.
Dal suo palco sono passati, ancora giovanissimi e sconosciuti, artisti come i Litfiba, Ligabue, i Tazenda, Laura Bono, i Bluvertigo, i Denovo, gli Avion Travel solo per citarne alcuni.
Ma su quel palco sono saliti anche Duran Duran, Europe, Spandau Ballet, Bob Geldof, Paul Simon, Paul McCartney, George Harrison, The Smiths, Whitney Houston. 
E, ancora, i “nostri” Gianna Nannini, CCCP, Edoardo Bennato, Carmen Consoli, Subsonica, Almamegretta, Irene Grandi.
In sintesi: il meglio del rock italiano e internazionale!

Il Sanremo Rock Festival debuttò al Palarock in diretta sulla prima rete RAI e nel corso degli anni si spostò in altre sedi sanremesi, come il Teatro del Mare e il Palafiori, e perfino in altre città.
Dal 2016 il Festival viene organizzato dalla società Nove Eventi e nel 2018 la Finalissima è definitivamente approdata alla sua sede più naturale, il Teatro Ariston di Sanremo.
Qui giungono ogni anno i migliori rocker da tutte le regioni italiane, selezionati nel corso di 10 mesi attraverso un live tour che tocca i principali live club nazionali.

Anche per questo il Sanremo Rock & Trend Festival si è confermato anno dopo anno come uno dei concorsi musicali più importanti in Italia, seguito con grande attenzione dagli addetti ai lavori.

La Manifestazione rappresenta oggi un grande momento di incontro musicale, di confronto, di sana competizione e soprattutto offre precise indicazioni sul movimento rock italiano, sul suo stato di salute, sulle tendenze, le preferenze, gli stati d’animo.

Marco Parente a Villa Del Bene [Mag 2021]

Marco Parente a Villa Del Bene [Mag 2021]

Marco Parente live a Villa Del Bene #RockInVilla

Prosegue con Marco Parente la stagione dei concerti aperti al pubblico a Villa Del Bene.

Dopo la rassegna dei concerti in live streaming, che ha visto alternarsi sul palco virtuale tra gli altri Paolo Vallesi, Omar Pedrini, Sasha Torrisi (voce dei Timoria), John Qualcosa (l’ultimo progetto di AmbraMarie) e tanti altri, #rockinvilla continua con il secondo appuntamento aperto al pubblico.

Ospite di Villa Del Bene sarà Marco Parente, cantautore fiorentino che ha al suo attivo importanti collaborazioni, tra le altre con Carmen Consoli e Stefano Bollani. On stage, oltre a Parente, ci saranno: Chianluca, Gravity Zero e Michele Mud.

Il live inizierà alle ore 18:00 ed è obbligatorio prenotarsi nel rispetto delle norme COVID-19.

Marco Parente 

Nato a Napoli, cresce a Poppi dove intraprende le prime esperienze musicali con Massimo Fantoni. All’inizio degli anni novanta si trasferisce a Firenze, dove forma la band Otto’p’notri insieme allo stesso Massimo Fantoni a cui si aggiungeranno, in una fase successiva musicisti come David Bindi, Fabrizio Orrigo, Claudio Mangionello e Umberto Bartolini. Con gli Otto’p’notri Parente sperimenterà senza pubblicare, il primo album della band infatti arriverà nel 1999, dopo la sua uscita dal gruppo avvenuta nel 1995.

Dopo aver contribuito alla batteria e agli arrangiamenti de L’albero pazzo di Andrea Chimenti, collabora con i CSI per l’album Linea Gotica del 1996.

Il disco d’esordio, Eppur non basta, esce nel marzo del 1997 per la collana Taccuini del Consorzio Produttori Indipendenti. Nel brano Oio, Parente duetta con Carmen Consoli.

Stefano Bollani, con il quale Parente si trova nel frattempo a collaborare dal vivo, realizzerà una cover de Il mare si è fermato in Småt Småt del 2003.

Nel 1998 Parente prende parte al tributo The Different You – Robert Wyatt e noi con Gharbzadegi, realizzata con i La Crus e inserita anche nella ristampa di Eppur non basta come bonus track.

La sua attività prosegue nel 1999 con la pubblicazione del secondo album Testa, di’ cuore in cui è contenuto il brano Senza voltarsi, scritto insieme a Massimo Fantoni e cantato in duetto con Cristina Donà.

Nel 2001 inizia una stretta collaborazione con gli Afterhours, che aprirà le porte alla pubblicazione del suo terzo album Trasparente, nel 2002, prodotto da Manuel Agnelli. Sempre nel 2002 riceve il Premio Grinzane Musica assieme a Manuel Agnelli e Cristina Donà.

La produzione di Parente prosegue frenetica con la pubblicazione di altri sei album, fino ad arrivare all’ultimo pubblicato nel 2020 dal titolo LIFE, alla quale accompagna anche la pubblicazione di tre libri.

Paolo Vallesi a Villa Del Bene

Paolo Vallesi a Villa Del Bene

Paolo Vallesi alla Villa del Bene

Paolo Vallesi a Villa Del Bene

Paolo Vallesi a Villa Del Bene

Domenica 21 Febbraio 2021 si terrà a Villa Del Bene (di Dolcè provincia di Verona) la 4 giornata dedicata a #rockinvilla. Dopo avere ospitato Sasha Torrisi, John Qualcosa (Ambramarie) e tanti artisti sarà la volta di Paolo Vallesi. Al cantautore toscano, che si esibirà piano e voce con un misto tra successi e pezzi nuovi, si affiancheranno grandi talenti quali: Michele Mud, Annarè (di Lucca), Microwave, Gravity Zero e Cloude (di Alessandria, artista Red & Blue). Una proposta eterogenea di artisti molto diversi tra loro ma uniti da Davide Motta Anthill Booking, che cura la rassegna per la Villa, per la qualità. I concerti sono trasmessi in streamig gratuitamente, con una qualità broadcast davvero notevole. 

Paolo Vallesi alla Villa del Bene

Paolo Vallesi

Vallesi

Nasce a Firenze il 18 maggio 1964 ed inizia a studiare pianoforte all’età di 9 anni. Sedicenne, comincia l’attività di musicista e arrangiatore nelle sale di registrazione tra Firenze e Modena.
Nel 1989 partecipa alla trasmissione televisiva “Gran Premio” con Pippo Baudo. Nel 1991 partecipa e vince il Festival di Sanremo nella categoria Nuove proposte con il brano “Le persone inutili”. Pubblica il suo primo album con la Sugarmusic di Caterina Caselli dal titolo “Paolo Vallesi” e l’album, con quasi 200.000 copie vendute gli conferisce il suo primo Disco d’Oro.
Nel 1992 torna a Sanremo, nella sezione Big, con “La forza della vita” aggiudicandosi il terzo posto. L’album omonimo con oltre 500.000 copie vendute, rimane per molte settimane primo nelle classifiche di album e singoli ed ottiene il Disco di Platino, risultando il secondo album più venduto dell’anno. Il disco viene pubblicato anche in Germania, Francia, Olanda e Scandinavia e, nella versione interamente cantata in spagnolo, in Spagna e nei paesi dell’America latina.
Il brano “Sempre”, contenuto nell’album, vince il premio dell’air-play radiofonico al Festivalbar.

Nella foto: Mud, Fabio Ricci, Sasha Torrisi, Christian Frosio e Chianluca

Nella foto: Mud, Fabio Ricci, Sasha Torrisi, Christian Frosio e Chianluca

#rockinvilla

Il festival organizzato, per ora in maniera continua e permanente, da Villa Del Bene è fin’ora assolutamente condotto in maniera antica, insomma mecenatismo puro. La volontà di fare rinascere questo spazio ha portato nomi importanti della cultura musicale italiana. Da “L’associazione” condotta da Gigi Cavalli Cocchi a Pierpaolo Capovilla, dai Sonohra a Finaz e Nuto della Bandabardò. Senza dimenticare la finale di SanremoRock. Ma non finisce qui, nelle prossime settimane altri grandi artisti stanno per arrivare a Dolcè. Due nomi? Omar Pedrini e Paolo Benvegù, forse, sicuramente a mio giudizio, il meglio come compositori nel panorama nazionale. Se scrivere canzoni non è da tutti per loro è assolutamente l’eccellenza.

Interi della Villa del Bene

Interi di Villa Del Bene

Villa Del Bene

Per ora niente pubblico, panini e birra e incontri che hanno nobilitato questa passata estate. Per ora solo streaming, ma con una qualità davvero notevole. I tecnici sono davvero molto bravi e pazienti. Pietro D’Elia si occupa dell’audio e Leonardo Compri delle luci. La parte video è tutta nelle abili mani di Andrea Maimeri e Federico Bortolazzi. Senza dimenticare il motore, insieme al figlio Federico, di tutto che è Gianneugenio Bortolazzi, che poi tutti chiamano Gianni, davvero da elogiare. La manifestazione sarà presentata da Fabio Ricci. L’evento sarà trasmesso dalla pagina FB della Villa

Info

www.vallesi.com/

www.facebook.com/michelemudnegrini

www.facebook.com/annareofficial

www.facebook.com/gravityzero.liveacousticvr

www.facebook.com/microwave.rockband

www.facebook.com/solocloude

www.fabioricci.it

www.villadelbene.com